Carrozze FS a piano ribassato Lima – parte II: arancio/viola

Nel catalogo Lima 1982/83 le carrozze a piano ribassato ricevono la livrea beige con fasce arancio e viola (successivamente detta livrea MDVC) e logo FS “a televisore”, introdotta al vero proprio in quegli anni. I modelli, art. 309119 – intermedia e art. 309136 – pilota, inizialmente sono presentati con disegni e non con foto, e lo stesso avviene anche nel catalogo 1983/84, dove convivono con le versioni grigio ardesia. Le foto dei modelli nella nuova livrea invece sono visibili nel catalogo 1984/85, parallelamente scompaiono le versioni in grigio ardesia, che escono di produzione. Sono gli anni della politica commerciale del “moderno e colorato” (come dichiarato dai responsabili dell’azienda durante un’intervista rilasciata all’epoca alla rivista “I Treni oggi”): Lima, il cui mercato di riferimento all’inizio degli anni ’80 è ancora principalmente quello del giocattolo, punta, non a torto, sulla riproduzione di rotabili moderni e dalle coloriture vistose, che possano attrarre maggiormente i bambini. Per questo motivo molti rotabili cedono il posto alle relative versioni più moderne (e colorate…). In un’ottica di produzione destinata al mercato modellistico/collezionistico sarebbe stato senz’altro opportuno proporre le carrozze in tutte le colorazioni possibili, ma tale visione, in quegli anni, per Lima era ancora di là da venire.

Circuito "da tappeto" di metà anni '80: sono protagoniste le carrozze a piano ribassato Lima, "moderne e colorate".
Circuito “da tappeto” di metà anni ’80: sono protagoniste le carrozze a piano ribassato Lima, “moderne e colorate”.

 

Le due carrozze in livrea beige-arancio-viola sono marcate 50 83 22-39 484-4 nB l’intermedia e 50 83 82-39 059-6 npBD la pilota: queste numerazioni corrispondono però a vetture della serie successiva (tipo 1973), che presenta diverse differenze rispetto alle tipo 1965. A quanto pare, la scelta di queste numerazioni è dovuta alla specifica documentazione fotografica acquisita da Lima quando ha messo in cantiere la produzione di queste versioni. E’ peraltro probabile che in quel momento la nuova livrea fosse stata applicata solo su alcune tipo 1973 (prima applicazione nel 1981), mentre la ricoloritura delle tipo 1965 sarebbe iniziata successivamente (1982-83). Lo stampo è del tutto identico a quello delle precedenti versioni grigio ardesia, l’arredamento interno non è più in giallo chiaro come su queste ultime ma in colore rosso scuro e lo stesso pezzo previsto per l’intermedia è usato anche sulla pilota, creando, come già sulla versione grigia, l’incongruenza della presenza dei sedili in cabina e nello scomparto bagagli. Un’altra incongruenza riguarda la coloritura della zona delle porte di salita: infatti il colore arancio interessa non solo le ante delle porte ma anche i corrispondenti incavi sulla cassa, al vero di colore beige. Probabilmente la riproduzione dello schema esatto avrebbe comportato maggiori complicazioni in fase di verniciatura e di conseguenza maggiori costi, ritenuti non giustificati su modelli economici come questi.

Carrozza pilota art. 309136 (foto da catalogo 1985/86)
Carrozza pilota art. 309136 (foto da catalogo 1985/86)

 

L’unità intermedia intorno al 1985 viene venduta anche in una confezione (probabilmente art. 105100) comprendente quattro carrozze e una locomotiva E.444.001, verniciata anch’essa in livrea beige-arancio-viola (colori mai applicati al vero su questa macchina).

Confezione comprendente 4 carrozze a piano ribassato e la E444 001 anch'essa in livrea beige-arancio-viola (di fantasia). Foto Martin Kohler da forum http://www.ferramatori.it
Confezione comprendente 4 carrozze a piano ribassato e la E444 001 anch’essa in livrea beige-arancio-viola (di fantasia). Foto Martin Kohler da forum http://www.ferramatori.it

 

Le carrozze di questa confezione si distinguono per i telai dei finestrini non ripassati in color alluminio e per una piccola variante di coloritura, infatti le fasce arancio e viola si interrompono all’altezza degli spigoli della cassa senza prolungarsi sulle testate, che quindi sono interamente beige, così come le porte di intercomunicazione (arancio nella produzione normale). Curiosamente questa colorazione semplificata sarebbe stata introdotta dalle FS sulle carrozze vere solamente alcuni anni dopo (1992-93), a scopo di risparmio.

Colorazione semplificata delle testate delle carrozze della confezione 105100 (foto da pagina Facebook "Comprevendita trenini Lima")
Colorazione semplificata delle testate delle carrozze della confezione 105100 (foto da pagina Facebook “Comprevendita trenini Lima”)

 

Le due carrozze, sempre con marcatura invariata, verso la fine degli anni ’80 ricevono alcune migliorie comuni a tutta la produzione Lima di quel periodo, come i ganci di dimensioni minori e le ruote di diametro leggermente inferiore e con bordino più basso. Inoltre la verniciatura è leggermente più opaca, con tonalità dei colori meno sature (particolarmente l’arancio). Queste peculiarità caratterizzano le carrozze prodotte fino alla seconda metà degli anni ’90, permettendo di distinguerle da quelle risalenti al decennio precedente.

Carrozza intermedia art. 309119, produzione 1991.
Carrozza intermedia art. 309119, produzione 1991.

 

Confronto tra una carrozza di produzione anni '80 (a destra) e una di produzione anni '90 (a sinistra)
Confronto tra una carrozza di produzione anni ’80 (a destra) e una di produzione anni ’90 (a sinistra)

 

Negli anni ’90 inoltre vengono realizzate due versioni speciali, sempre in livrea arancio/viola: di queste parleremo nella terza parte dell’articolo.

 

Carrozze FS a piano ribassato Lima – parte I: grigio ardesia
Carrozze FS a piano ribassato Lima – parte III: arancio/viola, versioni speciali
Carrozze FS a piano ribassato Lima – parte IV: XMPR e ultime produzioni

Precedente Natale 2014: la caduta di PS Network e Xbox Live Successivo Rainbow - Recensione