Plastico Lima anni ‘80

Negli anni ’80, quando internet non c’era ancora, il classico modo per avvicinarsi al fermodellismo, soprattutto per i bambini, era rappresentato dai cataloghi delle varie case produttrici. Tra queste, almeno in Italia, un ruolo fondamentale era ricoperto da Lima, la quale all’epoca, così come nei decenni precedenti, produceva essenzialmente per il mercato del giocattolo. Sui cataloghi della casa, oltre ai modelli e agli accessori, diverse pagine erano dedicate al come realizzare un plastico ferroviario. I plastici erano molto semplici, ma meravigliosi agli occhi di un bambino.

Vista panoramica del plastico - foto da catalogo Lima 1985/86
Vista panoramica del plastico – foto da catalogo Lima 1985/86

 

Quello che presentiamo qui è un plastico in scala H0 (1:87) illustrato sui cataloghi Lima a partire dal 1982, bellissimo nella sua semplicità. Il tracciato è costituito dal classico ovale, ma con qualche accorgimento in più per vivacizzare l’esercizio: la stazione infatti è dotata di un binario di raddoppio, utile per incroci e precedenze, e di uno scalo merci con tre binari tronchi per poter fare qualche manovra.

Il plastico visto da un'altra angolazione - foto da catalogo Lima 1985/86
Il plastico visto da un’altra angolazione – foto da catalogo Lima 1985/86

 

Edifici e accessori sono i classici Lima in produzione all’epoca, ma ciò che colpisce è la struttura e la realizzazione del paesaggio, descritta passo-passo sul catalogo: non si tratta della solita e piatta tavola a cui fissare i binari, ma il tracciato ferroviario corre su una struttura sopraelevata rispetto alla base, in modo da poter realizzare, oltre ai classici rilievi, anche avvallamenti del terreno. Questa possibilità è sfruttata grazie a un fiume con un sinuoso percorso a “S” che viene scavalcato da tre ponti, due ferroviari e uno stradale ad arco in muratura.

La struttura del plastico in fase di costruzione - foto da catalogo Lima 1985/86
La struttura del plastico in fase di costruzione – foto da catalogo Lima 1985/86

 

L’acqua del fiume è resa in modo non disprezzabile anche se non è ben chiaro quale tecnica sia stata utilizzata: sul catalogo si parla di “vetro sagomato con effetto di onde” spruzzato sul retro di vernice azzurra, in realtà sembrerebbe che il letto sia stato ricoperto probabilmente con stucco opportunamente lavorato per simulare le increspature dell’acqua e poi dipinto con varie sfumature di azzurro e di bianco.

Particolare del fiume e di uno dei ponti ferroviari - foto da catalogo Lima 1985/86
Particolare del fiume e di uno dei ponti ferroviari – foto da catalogo Lima 1985/86

 

Il fiume in fase di realizzazione - foto da catalogo Lima 1985/86
Il fiume in fase di realizzazione – foto da catalogo Lima 1985/86

 

Uno dei due lati curvi dell’ovale è nascosto in galleria sotto un rilievo montuoso, che fa sì che la scena non sia dominata esclusivamente dai binari. Altri piccoli rilievi si trovano sul lato opposto e contribuiscono a movimentare ulteriormente il paesaggio.

Scorcio del plastico in fase di costruzione - foto da catalogo Lima 1985/86
Scorcio del plastico in fase di costruzione – foto da catalogo Lima 1985/86

 

La montagna in fase di costruzione - foto da catalogo Lima 1985/86
La montagna in fase di costruzione – foto da catalogo Lima 1985/86

 

Questo plastico, di dimensioni non eccessive (181×141 cm stando a quanto riportato sul catalogo), si presterebbe ad essere reinterpretato in chiave moderna, con accessori ed edifici più raffinati, materiali più realistici per la riproduzione della vegetazione e qualche accorgimento di tracciato come un raddoppio all’interno della galleria per ricoverarvi un treno da alternare a quello in circolazione.

Scorcio di un angolo del plastico, con il fiume e i ponti che lo scavalcano - foto da catalogo Lima 1985/86
Scorcio di un angolo del plastico, con il fiume e i ponti che lo scavalcano – foto da catalogo Lima 1985/86

 

Scorcio del villaggio e dello scalo merci - foto da catalogo Lima 1982/83 (da www.lima-tribute.it)
Scorcio del villaggio e dello scalo merci – foto da catalogo Lima 1982/83 (da www.lima-tribute.it)

 

Il tratto di linea dal lato opposto alla stazione - foto da catalogo Lima 1982/83 (da www.lima-tribute.it)
Il tratto di linea dal lato opposto alla stazione – foto da catalogo Lima 1982/83 (da www.lima-tribute.it)
Precedente D445 Lima – parte I: motore G Successivo D445 Lima/Rivarossi – parte II: nuovo millennio, nuova meccanica, nuovo marchio