Crea sito

225 – Rivarossi (1:80)

Al principio degli anni ’70, sfruttando la componentistica della 234, Rivarossi ne realizza una versione semplificata con rodiggio a due assi, che viene designata come 225. Ora, al vero le FS hanno realmente avuto nel loro parco macchine Diesel da manovra a due assi appartenenti al gruppo 225, suddivise in varie serie differenti tra loro, tuttavia nessuna assimilabile alla riproduzione di Rivarossi, che è assolutamente di fantasia. Il modello infatti è destinato al mercato del giocattolo ed è inizialmente venduto non singolarmente ma all’interno di varie confezioni comprendenti carrozze o carri, binari e alimentatore, come riportato più in dettaglio nella tabella in fondo all’articolo. Si tratta dunque di una riproduzione economica, senza alcuna pretesa, che sfrutta parti già in produzione allo scopo di contenere i costi di produzione: la cassa infatti è quella della già citata 234, sulla quale permangono le targhe con la marcatura “FS 234 3005”, il telaio è a due assi anziché a tre, senza bielle, e le ruote sono quelle già in produzione per la E444, con tanto di trasmissione ad anello danzante incisa sulle vele (peraltro quasi invisibile perchè nascosta dai longheroni del telaio).

225 contenuto nella confezione art. 1001 – foto da catalogo Rivarossi 1971/72

Ulteriori economie costruttive vengono conseguite, rispetto alla già scarna 234, con un’ulteriore semplificazione nella finitura e nei dettagli: la cassa è interamente verde, senza le fasce antinfortunistiche gialle, la ringhiera del praticabile anteriore è in plastica anziché in metallo, quella posteriore manca del tutto, i fanali (solo sul lato anteriore, essendo integrati nella suddetta ringhiera) sono privi di trasparenti e non illuminati.

Il motore, del tipo cilindrico su bronzine, aziona il solo asse posteriore, ne consegue una forza di trazione alquanto scarsa, data anche l’assenza di anelli di aderenza in plastica sulle ruote (la cui adozione avrebbe peraltro compromesso la presa di corrente).

225 visto da sotto – foto da ebay

Come già avvenuto qualche anno prima per la 234, nel 1976 anche la 225 viene sottoposta a un leggero “restyling”, consistente essenzialmente nel miglioramento della finitura, con introduzione delle fasce antinfortunistiche gialle, nell’aggiunta delle ringhiere di protezione in metallo sia anteriormente sia posteriormente (quest’ultima costituita da un semplice filo metallico sagomato) e dei fanali anteriori illuminati (con trasparenti): in pratica non si fa altro che adottare la cassa già in produzione per la 234, come confermato dal catalogo delle parti di ricambio, dove il pezzo è lo stesso per entrambe le macchine.

225, art. 1780 – foto da ebay
Vista posteriore della 225, art. 1780 – foto da ebay

Il modello viene ora venduto singolarmente (art. 1780) ma continua ad essere inserito all’interno di varie confezioni, sempre destinate al mercato del giocattolo (serie “Giocatreno” – vedi tabella per dettagli), rimanendo in catalogo fino al 1984.

225 Rivarossi    
articolo anni note
1780 1976-1984  
     
Confezioni
articolo anni note
1001 1971-1972 confezione con 225 semplificata (no fari, corrimani in plastica), 2 carri a sponde alte, 1 carro cisterna, binari, alimentatore a pile
1002 1971-1972 come art. 1001 ma con trasformatore per alimentazione
1003 1971-1972 confezione con 225, 2 carrozze DB
1020 1971-1972 confezione con 225, carro a sponde alte, carro frigorifero, carro cisterna
1023 1971-1972 come 1001 ma con 2 vagoni passeggeri
1024 1971-1972 come 1002 ma con 2 vagoni passeggeri
1025 1972-1973 confezione con 225, carro a sponde alte, carro frigorifero, carro pianale con container, binari, alimentatore
1027 1972-1973 confezione con 225, 2 carrozze FNM (?)
501 1976-1980 c. serie “Giocatreno”, confezione con 225, 2 carri a sponde alte, 1 carro cisterna, binari, trasformatore 220V
511 1976-1980 c. serie “Giocatreno”, come 501 ma con trasformatore 125V
521 1976-1980 c. serie “Giocatreno”, come 501 ma senza trasformatore
507 1980-1984 serie “Giocatreno”, confezione con 225, pianale con carrozzone circo Darix, carrozza centoporte a 2 assi, binari, trasformatore 220V
537 1980-1984 serie “Giocatreno”, come 507 ma con trasformatore elettronico