Crea sito

ALe 601 Lima – parte IV: prime serie e confezioni

A distanza di alcuni anni dalle versioni di terza serie, favorite da un ottimo successo, i tempi sono ormai maturi per proporre, finalmente, anche le ALe 601 delle serie precedenti: un (maldestro) tentativo a dire il vero era già stato fatto semplicemente cambiando i portelloni frontali, come abbiamo già avuto modo di vedere, adesso però Lima decide, molto opportunamente, di mettere mano agli stampi per realizzare un modello più fedele al vero: viene così rivista la disposizione di griglie e sportelli sulle carenature mentre sul tetto il cavo AT, oltre ad avere un diverso andamento, viene arricchito degli scaricatori “a corna”. Nel 1994 viene dunque consegnata una confezione (art. 208421) contenente la ALe 601 032 (di seconda serie) accompagnata dal rimorchio Le 601 007: entrambi i rotabili sono riprodotti nello stato degli anni ’90, con fregi FS frontali dipinti anzichè in rilievo e marcature di classe e fumatori/non fumatori di colore giallo (al vero costituite da adesivi) e, a parte le modifiche prima descritte, sono del tutto analoghe alle versioni precedenti, la meccanica è la stessa di quelle in livrea Alitalia, con motore a 5 poli, e anche i pantografi sono i nuovi 52. Un’ulteriore miglioria è rappresentata dall’introduzione di tendine ai finestrini (in carta), che sulla motrice permettono di occultare l’invasiva meccanica.

COnfezione con ALe 601 032 e Le 601 007, art. 208421 – foto da ebay

 

Poco dopo viene consegnata anche la ALe 601 007 senza motore (art. 208356): ad essere pignoli, trattandosi di un’unità di prima serie, avrebbe dovuto avere i finestrini laterali delle cabine lato 2° agente di dimensioni leggermente minori, vestigia delle porte di accesso alle cabine di cui erano inizialemtne dotate le macchine di questa serie e che successivamente sarebbero state soppresse. Lo stesso discorso vale per il rimorchio Le 601 (la differente dimensione del finestrino al vero è visibile ad esempio in questa foto).
Inoltre quest’unità, a quanto ci risulta, inspiegabilmente è priva di tendine.

ALe 601 007, art. 208356 – foto da ebay

 

Nello stesso periodo viene realizzata anche una riedizione del rimorchio Le 480, con numerazione Le 480 004 (art. 309227S): i pezzi prodotti sono molto pochi, tanto che ancora oggi è di difficile reperibilità sul mercato dell’usato.

Verso la fine degli anni ’90, probabilmente allo scopo di smaltire le eccedenze di magazzino, vengono approntate due confezioni, la prima (art. L149716) contenente le ALe 601 032 e 007 e i rimorchi Le 601 007 e Le 481 004,

Confezione con ALe 601 032 e 007, Le 601 007 e Le 481 004, art. L149716 – foto da ebay

 

la seconda (art. L149781) contenente le ALe 601 050 e 055 e i rimorchi Le 601 011 e Le 481 003 (2 pezzi) in livrea Alitalia: quest’ultima lascia qualche perplessità dato che al vero i convogli Alitalia erano sempre composti da 4 pezzi e non da 5, inoltre, come si vede, due rimorchi hanno lo stesso numero di servizio…

Confezione con ALe 601 050 e 055, Le 601 011 e Le 481 003 in livrea Alitalia, art. L149716 – foto da ebay

 

La famiglia delle ALe 601 è ancora orfana di alcune versioni di rilievo che tra l’altro si sarebbero potute realizzare facilmente con poche modifiche, come le unità di prima e seconda serie allo stato d’origine, con vetri frontali grandi e con portellone unico o le rimorchiate di seconda classe Le 700 e Le 780, Lima però decide di mollare tutto ed inseguire il nuovo che avanza, modificando irreversibilmente e pesantemente gli stampi per proporre le ALe 841 e rimorchi, al vero ricavate dalla trasformazione delle ALe 601: di queste ci occuperemo in un futuro articolo.
Ai rimorchi di seconda classe invece pensa la casa artigianale Norma87, come vedremo nella prossima parte.

ALe 601 Lima – parte I: ultime per prime
ALe 601 Lima – parte II: Alitalia e Le 481
ALe 601 Lima – parte III: start set
ALe 601 Lima – parte V: Le 780 Norma87
ALe 601 Rivarossi (ex Lima) – parte VI: il ritorno