Crea sito

ALn 668 ViTrains – parte X: 1600

Come auspicato tempo fa, ViTrains ha finalmente messo in produzione le ALn 668 serie 1600, che insieme alle 3000 sono le uniche della famiglia ALn 668 FIAT a non essere mai state riprodotte. Ovviamente si è utilizzato lo stampo già approntato anni fa per le ALn 668 1500 che, senza alcuna modifica, permette di realizzare appunto le 1600. Ad oggi sono state consegnate due unità in livrea beige pergamena-grigio azzurro con fascia rossa, la ALn 668 1626 motorizzata (art. 2233, disponibile anche con decoder e sonorizzazione, art. 2273) e la 1624 senza motore (art. 2234) con vetri frontali d’origine e portelloni in lega leggera (caratterizzati dalla guarnizione nera), elementi che le collocano tra la seconda metà degli anni ’80 e i primi ’90 (successivamente vennero modificati appunto i vetri frontali e i portelloni, anche se non sempre in modo omogeneo, oltre all’andamento della fascia azzurra inferiore). Le porte di salita sono sempre del tipo in lega leggera, con le sottili nervature verticali e i vetri di dimensioni leggermente maggiorate, compatibilmente con l’epoca di ambientazione. Queste riproduzioni saranno particolarmente gradite dai modellisti siciliani o comunque da chi possiede un plastico o diorama ambientato appunto in Sicilia, terra in cui al vero le ALn 668 1600, con l’eccezione dei primi anni di servizio, hanno trascorso tutta la loro carriera.

ALn 668 1626, art. 2233 – foto da artuffo.com

Le caratteristiche di questi modelli sono del tutto analoghe a quelle delle ALn 668 di altre serie già prodotte, di cui sfruttano la componentistica e di cui continuano a perpetrare alcune inesattezze nella finitura, come le marcature laterali con caratteri troppo piccoli e di forma non corrispondente al vero o le inesistenti cornici nere dei vetri delle porte delle cabine: errare humanum, perseverare diabolicum… Come già le 1800, anche queste 1600 sono dotate di serie di impianto di illuminazione interna a LED, inoltre l’unità non motorizzata è dotata di fabbrica di un decoder funzioni, tutto questo però non fa altro che far lievitare i prezzi: la motrice viene a costare quasi 190 euro, che salgono a ben 280 per quella con decoder e impianto sonoro, mentre quella senza motore costa la bellezza di 105 euro. Ora, non vogliamo entrare nel merito delle politiche commerciali, tuttavia riteniamo che dotare di serie i modelli di equipaggiamenti non strettamente necessari (illuminazione, decoder) sia alla lunga controproducente perchè comporta un innalzamento dei prezzi che non fa altro che restringere il già ristretto bacino di potenziali acquirenti. Sarebbe invece più opportuno, a nostro parere, produrre i modelli in versione “base”, a prezzi più popolari, e vendere separatamente gli “optional”. Inoltre osserviamo che gli stampi di base delle casse nonché tutta la parte meccanica sono quelli realizzati una dozzina di anni fa per le ALn 668 1400, i cui costi, si spera, dovrebbero essere stati almeno in parte ammortizzati.

ALn 668 1624, art. 2234 – foto da fermodellismogilli.it

Oltre alle versioni nei colori d’origine sono previste quelle in livrea XMPR, ambientabili negli ultimi anni di esercizio: ad oggi non sono ancora state consegnate, ci ripromettiamo quindi di parlarne a tempo debito.

Ci auguriamo infine che venga presa in considerazione anche la realizzazione di una versione di metà/fine anni ’90, con vetri frontali Triplex, portelloni in lega leggera e fascia inferiore azzurra che non si interrompe alle estremità e presso il vestibolo e sottocassa grigio.

ALn 668 ViTrains – parte I: 1400 prototipo
ALn 668 ViTrains – parte II: 1400 di serie
ALn 668 ViTrains – parte III: 1500
ALn 668 ViTrains – parte IV: 1700
ALn 668 ViTrains – parte V: 1800
ALn 668 ViTrains – parte VI: private e concesse
ALn 668 ViTrains – parte VII: venete e padane
ALn 668 ViTrains – parte VIII: (ri)padane
ALn 668 ViTrains – parte IX: Trenord
ALn 668 ViTrains – parte XI: 1400 seconda serie
ALn 668 ViTrains – parte XII: ancora 1800