Crea sito

Carrozze FS “tipo 1937” ACME – parte I: 52.000

Dopo aver trattato in precedenza i modelli in scala H0 (1:87) delle carrozze FS “tipo 1931” e “tipo 1933” proseguiamo la nostra carrellata sulle varie famiglie di carrozze degli anni ’30 prodotte da ACME occupandoci delle “tipo 1937”, al vero estrema evoluzione del filone inaugurato con le “tipo 1921” e costruite in ben 900 unità, di cui 150 miste di prima e seconda classe (in origine marcate ABz 52.000-149) e 750 di terza classe (Cz 32.000-749).

Come già detto in altre occasioni, le riproduzioni ACME delle carrozze degli anni ’30, tutte realizzate in Italia da Laser, sono state prodotte a ritroso rispetto al vero, infatti le prime ad apparire sul mercato sono state proprio le “tipo 1937”, delle quali nel 2006 sono state consegnate le prime versioni della serie 32.000, seguite a ruota dalle 52.000. In questa prima parte tratteremo i modelli della serie 52.000, riservando la seconda parte alla serie 32.000. Nell’ultima parte infine parleremo delle “prede belliche” di entrambe le serie. A livello costruttivo queste carrozze sono del tutto analoghe alle “tipo 1931” e “tipo 1933”, con le quali condividono l’architettura generale e parte della componentistica, pertanto, relativamente a questo aspetto, non ci dilunghiamo in ulteriori descrizioni.

Modellisticamente le 32.000 erano del tutto inedite, nonostante la loro ampia diffusione al vero e una carriera più che cinquantennale (le ultime sono state ritirate nei primissimi anni ’90), mentre delle 52.000 Rivarossi aveva realizzato intorno al 1960 una riproduzione notevole per l’epoca ma ormai obsoleta per i canoni moderni, essendo stata concepita secondo la filosofia costruttiva del tempo (scala maggiorata ecc.).

ACME dunque consegna le prime tre versioni della serie 52.000 nel 2006, tutte ambientate dopo il 1956 quando, a seguito dell’abolizione della terza classe, queste vetture erano state in parte riallestite come prime classi (serie Az 52.000), mentre altre erano rimaste miste (riclassificate nella serie ABz 61.100): abbiamo così la Az 52. 120 in livrea castano-isabella (art. 50290), ambientabile tra la fine degli anni ’50 e i ’60, la Az 52.077 in tutto castano (art. 50291), ambientabile negli anni ’60, infine la 50 83 18-10 003-1 Az in grigio ardesia (art. 50292) che, per l’assenza dei pittogrammi fumatori/non fumatori (introdotti nel 1976), si colloca negli anni ’70 ma non oltre il 1976-77.

Az 52.120, art. 50290 – foto da trenietreni.it
Az 52.077, art. 50291 – foto da catalogo ACME
50 83 18-10 003-1 Az, art. 50292 – foto da euresmodels.se

Nel 2008 viene prodotta una confezione (art. 55031 “Espresso del Levante”) contenente la ABz 61.202, oltre alla Bz 32.717 e alla cuccette AcBcz 64.300, tutte in castano-isabella, più una letti tipo P (4558), ambientabili negli anni ’60.

Carrozze della confezione art. 55031 – foto da naumann-online.de

Nel 2009 è la volta della ABz 52.004 in livrea castano-isabella e con indicazioni di classe in cifre romane (art. 50294), dettagli che la ambientano nei primi tempi di servizio (fine anni ’30-inizio ’40).

ABz 52.004, art. 50294 – foto da ebay

Nel 2012 viene consegnata una confezione (art. 55086) contenente una 52.000 e una 32.000 in livrea castano con marcatura UIC (rispettivamente 50 83 18-40 011-8 Az e 50 83 20-30 036-3 Bz) e logo FS “a televisore”, ambientabili tra la fine degli anni ’60 e i primi ’70.

Carrozze della confezione art. 55086 – foto da catalogo ACME

Nel 2016 viene prodotta la 51 83 18-40 005-9 Az in livrea grigio ardesia (art. 50295), sempre priva di pittogrammi fumatori/non fumatori e quindi ambientabile, come la precedente versione nella stessa livrea, negli anni ’70, non oltre il 1976-77.

51 83 18-40 005-9 Az, art. 50295 – foto da littorina.it

Nel 2017 infine vengono proposte alcune nuove versioni, però non vendute singolarmente ma solo in confezione con altre carrozze di altra tipologia, in linea con la politica commerciale di ACME che, specie per i modelli inediti, tende a privilegiare la vendita all’interno di confezioni, ovviamente a prezzi superiori alla somma di quelli dei singoli pezzi, nell’estremo tentativo di “mungere la vacca” il più possibile, finchè dura (ancora poco, data l’età generalmente elevata dei fermodellisti e la scarsa attrattiva di questo hobby per i giovani, disincentivati anche da queste politiche di prezzi…).

Una prima confezione (art. 55094 “Riviera Express”), realizzata in collaborazione con Elotrains, contiene la Az 52.122 e la Bz 32.153, entrambe in livrea castano-isabella ambientate negli anni ’60, oltre a una letti UH (4608) e a una carrozza olandese “Plan K” mista di prima e seconda classe (AB 7352), quest’ultima prodotta appunto da Elotrains (produttore olandese che, a quanto ci risulta, attualmente ha mutato la ragione sociale in Exact Train).

Carrozze della confezione art. 55094 – foto da ebay

La seconda confezione (art. 55161) contiene un’ancora inedita unità mista di prima e seconda classe in livrea grigio ardesia, ambientata nella prima metà degli anni ’70 e marcata ABz 61.156, in cui compagnia troviamo anche due “Corbellini”, la Bz 38.374 e la Bz 38.919, anch’esse in grigio ardesia: proprio parlando di quest’ultima in un precedente articolo avevamo già incontrato questa confezione.

Carrozze della confezione art. 55161, in alto la Bz 38.374, al centro la Bz 38.919, in basso la ABz 61.156 – foto da ebay

Come già constatato per le “tipo 1931” e “tipo 1933”, anche con le 52.000 il tema non è stato sviluppato a fondo: mancano infatti all’appello sia le versioni miste di prima e seconda classe in livrea castano (serie ABz 61.100) sia quelle in grigio ardesia ambientate a fine carriera (anni ’80), tanto in configurazione di sola prima classe quanto mista di prima e seconda.

Carrozze FS “tipo 1937” ACME – parte II: 32.000
Carrozze FS “tipo 1937” ACME – parte III: prede belliche