Crea sito

Carrozze FS “tipo 1955” miste ACME – parte I

Le carrozze FS “tipo 1955”, vuoi per la relativa esiguità del numero di esemplari costruiti (158 di prima classe marcate in origine Az 23.500-23.657 e 91 miste di prima e seconda classe marcate in origine ABz 64.100-190, di cui due convertite in cuccette in sede di costruzione) rispetto alle precedenti “tipo 1946” e alle successive “tipo 1959”, vuoi per la somiglianza alle “tipo 1946” con le quali potevano essere facilmente confuse dai meno attenti (e non solo), non hanno mai goduto di particolare notorietà e la cosa vale soprattutto per le unità miste di prima e seconda classe le quali oltretutto hanno cessato il servizio entro l’inizio degli anni ‘90, diversamente da quelle di prima classe che nella seconda metà degli anni ’80 sono state in buona parte sottoposte a una ristrutturazione (analoga a quella attuata sulle “tipo 1946”) che ne ha prolungato la carriera fino alla fine degli anni ’90.

Probabilmente per tali ragioni di riproduzioni modellistiche industriali di queste carrozze non ne sono finora mai esistite, mentre le unità di prima classe erano state realizzate in epoca ormai remota da Fleischmann e in anni recenti da ACME. E proprio ACME, a cui va il merito di aver prodotto negli anni numerose tipologie di carrozze FS ancora inedite, nel 2017-2018 ha consegnato i modelli in scala H0 (1:87) delle “tipo 1955” miste.

La prima versione, posta in vendita nel 2017, è la ABz 64.127 in livrea castano con carrelli 27 (art. 50861), ambientabile negli anni ’60, seguita l’anno successivo dalla 51 83 39-40 133-4 ABz in livrea grigio ardesia con carrelli 24 (art. 50862), ambientabile negli anni a cavallo del 1980 e, chiudendo un occhio sulla presenza della “z” nella marcatura laterale, anche qualche anno più tardi, nell’ultimo periodo di servizio prima dell’accantonamento.

ABz 64.127 – foto da littorina.it

Per la realizzazione di questi modelli, prodotti in Italia negli stabilimenti Laser, ACME ha gioco facile avendo già in casa tutta la componentistica necessaria che viene adattata con minime modifiche: in pratica vengono montati i vetri dei finestrini delle carrozze “tipo 1946” già in produzione dal 2002 sulle casse delle carrozze miste “tipo 1957”, in catalogo dal 2005. Osserviamo che, molto opportunamente, gli stampi delle casse non sono stati riutilizzati sic et simpliciter ma i vani dei finestrini sono stati privati delle sottili cornici in rilievo, presenti al vero sulle “1957” ma non sulle “1955”, purtroppo però si è perso per strada il sottile bordo inferiore della cassa leggermente rientrante rispetto al soprastante longherone del telaio.

51 83 39-40 133-4 ABz, art. 50862 – foto da ebay

La finitura è buona, con tonalità dei colori fedeli al vero, tuttavia sulla carrozza in livrea castano la marcatura in giallo dovrebbe essere ombreggiata di rosso; su quella grigio ardesia non sono presenti, correttamente, i pittogrammi fumatori/non fumatori, al vero normalmente non applicati sulle carrozze miste.

Per il resto queste carrozze sono del tutto analoghe alle “tipo 1957”, di cui abbiamo parlato in un precedente articolo e al quale rimandiamo per ulteriori dettagli. Non è da escludere che in futuro vengano proposte ulteriori versioni, ad esempio quella allo stato d’origine in livrea castano-isabella, che proprio in questo periodo è tornata alla ribalta grazie a un filmato storico riproposto da Fondazione FS.

Come detto all’inizio, al vero due unità erano state trasformate in sede di costruzione in carrozze a cuccette, ovviamente anche queste sono state riprodotte da ACME già da diversi anni, ne parleremo nella prossima parte.

Carrozze FS “tipo 1955” miste ACME – parte II: cuccette