Crea sito

Carrozze FS “tipo 1959” Rivarossi – parte VI: Treno Azzurro, il (secondo) ritorno

Il “Treno Azzurro”, rapido che negli anni ‘50/’60 collegava Milano a Napoli e divenuto famoso per l’utilizzo di carrozze in colorazione dedicata, periodicamente suscita l’interesse dei vari produttori: l’ultimo ritorno di fiamma si è avuto in casa Hornby, che sul finire del 2020 ha consegnato due confezioni di carrozze in livrea blu-celeste, sempre con marchio Rivarossi.

La prima confezione (art. HR4275) contiene tre carrozze “tipo 1959” di cui due di prima classe (marcate rispettivamente Az 23.679 e Az 23.681) e una di seconda (Bz 45.207), alle quali si aggiunge un bagagliaio-posta serie DUz 93.100, già analizzato in un precedente articolo. Nella seconda confezione (art. HR4290) troviamo una coppia di carrozze, sempre “tipo 1959”, di cui una mista di prima e seconda classe (ABz 64.526) e una di seconda classe (Bz 45.200).

Carrozze della confezione HR4275 – foto da ebay

Sulle carrozze in sé non ci sarebbe molto da dire, si tratta infatti dei ben noti modelli in produzione da una trentina d’anni e le cui caratteristiche sono del tutto analoghe a quelle delle precedenti  versioni, purtroppo però per l’unità mista, evidentemente per qualche incomprensione con il terzista cinese incaricato della produzione, sono stati utilizzati gli stampi della seconda classe, con i finestrini degli scompartimenti tutti uguali, mentre al vero le miste avevano i finestrini dei tre scompartimenti di prima classe sensibilmente più larghi (le dimensioni erano analoghe a quelle dei finestrini delle carrozze di sola prima classe). Nessuno sembrerebbe peraltro essersi accorto dell’errore praticamente fino alla vigilia della commercializzazione dei modelli. Una volta venuta alla luce la magagna Hornby, interpellata in proposito, è corsa ai ripari annunciando la produzione delle casse (si spera) corrette, che saranno rese disponibili appena pronte: fortunatamente queste carrozze sono facili da smontare, quindi la sostituzione non dovrebbe presentare particolari problemi. Ricordiamo tra l’altro che al vero la mista non era prevista in composizione al “Treno Azzurro” sulla Milano-Napoli ma solo a una coppia di rapidi tra Torino e Napoli effettuati  anch’essi con carrozze in livrea blu-celeste.

Carrozze della confezione HR4290 – foto da binario2.com

Altro fattore oggetto di varie critiche, come abbiamo già sottolineato nel caso del bagagliaio, è la scelta dei colori, tali per cui l’abbinamento con le precedenti versioni in blu-celeste non risulta del tutto armonico. Sulla correttezza delle tonalità invece non ci pronunciamo: come abbiamo detto in altre occasioni a proposito del “Treno Azzurro”, la questione è controversa ed ampiamente dibattuta e finora non si è potuto stabilire con certezza quale fosse al vero la livrea esatta.

Infine i prezzi: 210 euro (meno 10 centesimi) per la confezione HR4275, 97 euro (sempre meno 10 centesimi) per la confezione HR4290, vale a dire una media di circa 50 euro a carrozza.  Riallacciandoci a quanto abbiamo più volte scritto, tali cifre ci sembrano troppo elevate considerando che, a parte il bagagliaio, si tratta di stampi risalenti a 30 anni fa, ormai ampiamente ammortizzati, e che la produzione – ricordiamolo – viene fatta in Cina per minimizzarne i costi. Notiamo a tal proposito, con un certo disappunto, che nell’ultimo anno i prezzi di vari modelli Hornby/Rivarossi hanno subito incrementi non indifferenti (un buon 15 %): l’anno scorso, ad esempio, la confezione da 4 carrozze con le Gran Confort e la ristorante era venduta a poco più di 180 euro…

Carrozze FS “tipo 1959” Rivarossi – parte I: grigio ardesia per iniziare
Carrozze FS “tipo 1959” Rivarossi – parte II: anni ’90 di tutti i colori
Carrozze FS “tipo 1959” Rivarossi – parte III: produzioni in conto terzi
Carrozze FS “tipo 1959” Rivarossi – parte IV: ultime produzioni
Carrozze FS “tipo 1959” Rivarossi – parte V: nuove versioni 2017