Crea sito

E.424 Rivarossi Serie rr

Il modello di cui parliamo questa volta è un vero e proprio pezzo storico, infatti è stato acquistato nel lontano 1963. Si tratta di una locomtiva FS gruppo E.424 in scala H0, art. 41441, nella versione prodotta da Rivarossi proprio in quell’anno per la Serie rr, che all’epoca designava i modelli economici destinati al mercato del giocattolo o, come si direbbe oggi, dell’entry level. Per questi rotabili in genere si sfruttavano gli stessi stampi di quelli “normali” (cioè destinati al mercato modellistico/collezionistico), con piccole modifiche e semplificazioni varie che permettevano di ridurre il costo di produzione e di conseguenza il prezzo di vendita.

La locomotiva presenta le caratteristiche tipiche dei modelli Rivarossi del tempo e in particolare le dimensioni sono prossime al rapporto di riduzione 1:80 e non all’1:87 canonico della scala H0.
La semplificazione rispetto al modello normale riguarda essenzialmente la finitura e l’assenza di alcuni elementi: scritte e targhe sulla cassa, corrimani d’angolo, cassetta batterie nel sottocassa, vetri dei fanali. Anche l’impianto elettrico è ridotto all’osso, mancando sia le lampadine per l’illuminazione dei fanali sia il commutatore a levetta per l’alimentazione binari/linea aerea e relativa cavetteria. Telaio, carrelli, parte meccanica e motorizzazione (il classico motore Rivarossi ad asse verticale con cuscinetti a sfera) sono invece sempre gli stessi.
e424rr 41441

Una curiosità riguarda i pantografi: normalmente sulle E.424 Serie rr erano montati pantografi anch’essi semplificati e privi di isolatori. Su questo particolare modello invece i pantografi sono quelli della produzione normale, con isolatori riportati. Sembrerebbe che questa peculiarità sia presente solo su poche E.424 Serie rr, forse per temporanea indisponibilità a magazzino dei pantografi semplificati o forse perchè questi sono stati introdotti solo in un secondo momento per contenere ulteriormente i costi.

La verniciatura è nei canonici colori FS castano e isabella. Il tetto invece nella zona centrale è grigio, con gli sfogatoi nella parte alta rossi: questa singolare colorazione, non rispondente al vero (il tetto infatti era tutto in castano, al più con la parte sopra le cabine in isabella), si ritrova anche su altre versioni di E.424 ed E.626 realizzate da Rivarossi tra gli anni ’40 e i primi ’60 e non è da escludere che si trattasse di uno schema inizialmente previsto al vero dalle FS e poi non applicato. La saracinesca al centro delle fiancate è di colore grigio chiaro, nella realtà invece era inizialmente in alluminio non verniciato (poi colorata in isabella come il resto della cassa).

Il modello possiede ancora la scatola originale, purtroppo però mancante della parte su cui era riportato il codice articolo e del rivestimento interno in spugna, ormai polverizzatosi.
e424rr 41441 scatola

La E.424 è ancora perfettamente funzionante: dopo decenni di inattività è bastata una semplice revisione (lubrificazione delle parti meccaniche e pulizia delle ruote) per rimetterla in moto.

La E424 in corsa sul plastico, con un treno di carrozze Rivarossi "d'annata"
La E424 in corsa sul plastico, con un treno di carrozze Rivarossi “d’annata”

 

Qui un video che la mostra in funzione

Per ulteriori informazioni sulla Rivarossi rimando all’ottimo sito Rivarossi Memory, dove è possibile tra l’altro trovare approfondimenti sia sulla Serie rr sia sulla questione della scala in Rivarossi, oltre ad una completa rassegna sulle versioni dell’E.424 prodotte nel tempo.

Infine un paio di link per chi volesse approfondire la storia delle E.424 al vero:
http://www.trenomania.it/TMF2004/storiarotabili/art8.htm
http://it.wikipedia.org/wiki/Locomotiva_FS_E.424