Crea sito

E424 Lima – parte V: Breda e XMPR

Arriviamo così alle soglie del 2000: la E424 Lima, grazie al buon rapporto qualità-prezzo e alle ampie possibilità di impiego e di ambientazione, continua a godere di un ottimo successo, così vengono realizzate ulteriori varianti ancora inedite.
Le unità “normali” vengono declinate in versione con doppio coprigiunto orizzontale sotto le cabine, particolarità che al vero caratterizzava le unità di costruzione Breda e che richiede una piccola modifica di stampo: nel 1999 vengono così realizzate la E424 015 in livrea castano-isabella (art. 208101) e la E424 012 in tutto isabella (art. 208102), seguite l’anno successivo dalla E424 016 in castano-isabella (art. 208214) e dalla E424 009 in tutto isabella (art. 208197), queste ultime due dotate di scaletta in corrispondenza della saracinesca. La 016 viene anche inserita in uno “start set” con 3 carri, binari e trasformatore (art. 104501T).

E424 015, art. 208101 – foto da ebay

 

E424 012, art. 208102 – foto da ebay

 

E424 016, art. 208214 – foto da pagina Facebook “Mercatino Fermodellismo”

 

E424 009, art. 208197 – foto da ebay

 

Lo start set art. 104501T con la E424 016 – foto da ebay

 

Le unità “navetta” invece, proprio come stava succedendo al vero in quegli anni, vengono investite dall’ondata XMPR: abbiamo così la E424 353 ancora in livrea grigio-rosso-arancio ma con loghi frontali XMPR (art.206878), ambientabile tra la fine degli anni ’90 e i primi 2000, e la 346 in livrea XMPR (art. 208632), entrambe messe in vendita nel 2000. La 346 al vero è stata una delle prime 3 unità (insieme a 279 e 296) a ricevere, sul finire del 1997, la livrea XMPR, con alcune varianti e particolarità rispetto a quanto realizzato sulle successive, tra cui i numeri sui panconi frontali rossi applicati su rettangoli bianchi, soluzione orribile vista anche sulla 296 e poi fortunatamente abbandonata.

E424 353, art. 208678 – foto da ebay

 

E424 346, art. 208632 – foto da ebay

 

Nel frattempo in casa Lima è subentrata la famigerata “gestione bresciana” che introdurrà una serie di cambiamenti alle linee produttive promuovendo i modelli migliori, più recenti e più raffinati al marchio Rivarossi, ovviamente con congruo ritocco di prezzo verso l’alto. Non sfugge a questa logica nemmeno la nostra E424, che nel 2002 viene proposta in livrea XMPR “normale” (in termini relativi, dato che sulle E424 tale livrea ha avuto una moltitudine di varianti per cui è arduo definire cosa si intenda per “normale”) con numerazione E424 232 e, come detto prima, venduta con marchio Rivarossi (art. R1490).

E424 232, art. R1490 – foto da rail-modelling.com

 

Si tratta dell’ultima E424 di produzione italiana, infatti negli anni successivi, come abbiamo avuto modo di dire altre volte, si avrà il fallimento di Lima e la successiva acquisizione da parte di Hornby, con “delocalizzazione” della produzione in Cina.
E sarà proprio la E424 uno dei primi modelli FS riproposti dalla nuova gestione, come vedremo nella prossima parte.

 
E424 Lima – parte I: prime versioni
E424 Lima – parte II: la (prima) E434 068 Rivarossi
E424 Lima – parte III: sull’onda del successo
E424 Lima – parte IV: versioni speciali Norisberghen
E424 Rivarossi (ex Lima) – parte VI: dalla Cina con… errori
E424 Rivarossi (ex Lima) – parte VII: rivedute e (quasi) corrette
E424 Rivarossi (ex Lima) – parte VIII: ritorno alle origini