Crea sito

Rimorchio LDn 24 FS – GT Modelli

All’inizio degli anni ’80 la GT Modelli, ditta semiartigianale di cui abbiamo già parlato a proposito delle ALe 540, intraprende un programma di realizzazione di mezzi leggeri FS (automotrici ed elettromotrici e relativi rimorchi) in scala H0 (1:87), inspiegabilmente “snobbati” dalle grandi case: in quest’ottica vede la luce anche il rimorchio-bagagliaio LDn 24, un rotabile FS che potremmo definire “minore”.

Era l’epoca in cui buona parte della produzione di modelli FS, dove Rivarossi rivestiva un ruolo primario, era ancora in scala “abbondante” (1:80 circa) e per questo motivo anche GT realizza il rimorchio in questa scala, così da non farlo sfigurare accanto alle ALn 668 Rivarossi con cui era destinato ad abbinarsi, oltre che con automotrici della stessa GT.

LDn 24 332 al traino di una ALn 668 Rivarossi
LDn 24 332 al traino di una ALn 668 Rivarossi

Il modello, in plastica, seppur corretto nelle forme, è piuttosto spartano, con vetri non a filo cassa, ma con qualche piccola finezza come i corrimani realizzati in filo metallico. Su una testata i fanali sono illuminati tramite una lampadina rossa, il rimorchio infatti è destinato a viaggiare normalmente in coda al treno.

Le boccole sono in metallo e gli assi hanno estremità cilindriche anziché coniche, cosa che rende il rotabile non proprio scorrevolissimo e piuttosto rigido in marcia.

Nel tempo sono state proposte varie versioni, sia nella classica livrea castano-isabella sia in quella, più particolare e applicata solo su alcune unità, con pannellature della cassa beige. Le scritte di servizio, seppure corrette, appaiono un po’ sovradimensionate. I modelli di produzione più recente hanno una finitura leggermente migliore e qualche particolare in più (volantino del freno a mano, pedane dell’intercomunicante ecc.).

LDn 24 332 (art. 2012) in livrea castano-isabella
LDn 24 332 (art. 2012) in livrea castano-isabella
LDn 24 304 (art. 2009) con pannelli della cassa beige (foto da pagina Facebook GT Modelli)
LDn 24 304 (art. 2009) con pannelli della cassa beige (foto da pagina Facebook GT Modelli)
LDn 24 316 (art. 4527) in livrea castano-isabella (foto da ebay)

Verso la metà degli anni ’90, quando tutta la serie era stata ormai ritirata dal servizio, tre LDn 24 hanno avuto un ultimo “guizzo”: si tratta delle unità 303 e 334, revisionate nel 1994 presso il deposito di Udine e adibite al trasporto di biciclette, riverniciate in una particolare livrea a due toni di verde, seguite nel 1995 dalla 333, revisionata presso il deposito di Cremona e adibita sempre al trasporto di biciclette, ma riverniciata nella livrea beige pergamena-grigio azzurro allora in uso sulle ALn 668. Questi rimorchi viaggiavano intercalati tra due ALn 668, essendo stati dotati di cavi a 78 poli passanti per consentirne il comando multiplo: il 333 era impiegato con le ALn 668 serie 1500 esclusivamente per i servizi turistici sulla linea Palazzolo sull’Oglio-Paratico/Sarnico, mentre i 303 e 334 circolavano sulle linee intorno a Udine con le ALn 668 serie 1200. Questo impiego comunque si è protratto per poco tempo.

Naturalmente GT, nel 1994-96, coglie l’occasione per proporre anche queste versioni: vengono così consegnati il 334 in livrea verde (art. 2027) e il 333 in livrea beige-azzurro (art. 2028).

LDn 24 334 (art. 2027) in livrea a due toni di verde (foto © Mondo Ferroviario)
LDn 24 334 (art. 2027) in livrea a due toni di verde (foto © Mondo Ferroviario)
LDn 24 333 (art. 2028) in livrea beige-azzurro (foto da ebay)
LDn 24 333 (art. 2028) in livrea beige-azzurro (foto da ebay)

Questi modelli, che non sono più in produzione, per oltre 25 anni hanno rappresentato l’unica riproduzione dei rimorchi LDn 24. Oggi appaiono ormai superati, tanto più che dal 2009 sono disponibili i nuovi LDn 24 realizzati da Os.Kar e adeguati agli standard attuali.