Crea sito

ALb 56 “Littorina” – Rivarossi

Sfruttando la base del suo noto modello in scala H0 (1:87) dell’ALn 56 del 1987/88, nel 1993 Rivarossi realizza una nuova versione delle “Littorine” Breda: si tratta delle poco note ed effimere automotrici a benzina ALb 56 serie 200, al vero costruite in soli 10 esemplari nel 1935.

Vengono proposte la ALb 56 205 (motorizzata) e la 208 (senza motore) in confezione unica (art. 1795), più la ALb 56 203 (senza motore) venduta singolarmente (art. 2546).

I modelli sono ambientati negli anni ’30 (epoca II) e non potrebbe essere diversamente, dato che al vero l’intera serie è stata alienata dalle FS subito dopo la guerra, venduta a ferrovie private ad eccezione di un paio di unità andate perse durante il conflitto.

ALb 56 203 (art. 2546) - vista laterale
ALb 56 203 (art. 2546) – vista laterale

La struttura della cassa, in plastica, riprende quella dell’ALn 56, con la sua inconfondibile sagoma ma con le necessarie variazioni per riprodurre al meglio le caratteristiche dell’ALb 56: in particolare sono stati modificati i respingenti, ora con piatti di dimensioni ridotte, eliminate le traverse di testa e aggiunti i grandi radiatori frontali, sui quali spiccano i fasci littori (in metallo) che durante il fascismo erano posti sui frontali di locomotive e automotrici.

ALb 56 203, particolare della testata
ALb 56 203, particolare della testata

La livrea è il classico castano-isabella, introdotto proprio negli anni ’30; da notare che la la tonalità dell’isabella appare più chiara del consueto, proprio come lo era al vero nei primi tempi.

Telaio e arredamento interno, così come carrelli e motorizzazione, sono invariati rispetto alle ALn 56. Per quanto riguarda il funzionamento, è da segnalare una certa rumorosità del motore, dovuta all’elevata demoltiplicazione: si tratta di un difetto noto e comune anche alle altre ALn 56 e 556 Rivarossi prodotte tra gli anni ’80 e ’90.

ALb 56 203, vista frontale
ALb 56 203, vista frontale

Le ALb 56 sono modelli di interesse prevalentemente collezionistico, data la ristrettezza dell’epoca di ambientazione e il numero ridotto di unità al vero costruite, ciononostante sono rimaste in catalogo per 8 anni, dal 1993 al 2001. Recentemente Hornby ha annunciato la produzione, sempre con marchio Rivarossi, di una nuova numerazione (ALb 56 204), anche in versione DCC Sound, che però non è stata ancora posta in vendita.