Crea sito

Carrozze FS a piano ribassato Lima – parte I: grigio ardesia

Le carrozze FS a piano ribassato Lima in scala H0 (1:87) appaiono per la prima volta come novità nei cataloghi di fine anni ’60: in particolare la carrozza intermedia, nella versione mista di prima e seconda classe, art. 9118, compare come novità nel catalogo 1968/69, mentre la pilota, art 8038/CL, viene presentata come novità nel catalogo 1969/70. I modelli riproducono le carrozze della prima serie (tipo 1965), che stavano entrando in servizio proprio in quegli anni: la fornitura comprendeva 176 vetture intermedie, di cui 153 di sola seconda classe (nBz 46.100-252), 23 miste, di cui 16 (nABz 68.600-615) con posti di prima classe solo nella parte centrale e 7 (nABz 68.700-706) con posti di prima classe anche in uno degli scomparti d’estremità, infine 20 pilota (npBDz 68.500-519).

Per ulteriori informazioni su queste carrozze al vero si rimanda ai seguenti link:
http://it.wikipedia.org/wiki/Carrozza_vicinale_a_piano_ribassato
https://scalaenne.wordpress.com/2013/05/11/tipo-vicinale-piano-ribassato/

Sui cataloghi Lima fino al 1972/73 le carrozze sono raffigurate non con foto dei modelli ma con disegni, mentre le foto compaiono a partire dal catalogo 1973/74: ciò fa supporre che la produzione sia stata avviata con qualche anno di ritardo rispetto all’annuncio della novità.

La pilota, marcata npBDz 68.517, per ragioni non del tutto chiare viene dotata di motore (il classico tipo “G”): ciò, oltre a non rispecchiare la realtà, ha creato un errore che si trascina fino ai giorni nostri, infatti ancora oggi qualcuno ritiene che al vero le carrozze pilota siano motorizzate, quando invece sono carrozze a tutti gli effetti, pur se dotate di cabina di guida.

Anche per la versione intermedia non sono ben chiare le ragioni per cui si sia scelto di riprodurre la mista, marcata nABz 68.602 e facente parte di una piccola serie di 16 vetture, e non la ben più diffusa seconda classe, al vero costruita in 153 esemplari. Al limite si sarebbero potute riprodurre entrambe.

I modelli hanno le caratteristiche della produzione Lima di quell’epoca come la lunghezza in scala 1:100 (anziché 1:87) e i vetri non a filo cassa, stampati in pezzo unico insieme al tetto. La livrea è il grigio ardesia tipico di quel periodo, però di tonalità molto scura, quasi nera, caratteristica anche questa comune ad altri modelli di carrozze FS grigio ardesia prodotte da Lima in quegli anni. Il tetto è invece in color alluminio. L’arredamento interno è riprodotto, in modo semplificato, tramite un elemento di plastica di colore giallo chiaro, che risalta molto dall’esterno per il contrasto con la livrea scura della carrozza. La pilota presenta i sedili solo nella parte centrale, dato che i due scomparti estremi sono occupati da motore, lampadina per l’illuminazione dei fari frontali e cavetti vari.

Carrozza pilota art. 8038L motorizzata (foto da catalogo)
Carrozza pilota art. 8038L motorizzata (foto da catalogo)

Una piccola curiosità: le porte degli intercomunicanti, che al vero hanno caratteristici vetri circolari, sono riprodotte (abbastanza) correttamente solo sulla pilota (dal lato opposto alla cabina), mentre sulle intermedie hanno vetri rettangolari di grandi dimensioni. Probabilmente Lima ha fatto riferimento ad alcuni disegni FS che riportano appunto questa particolarità, senza andare a verificare l’effettiva corrispondenza del prototipo reale. Del resto la produzione Lima all’epoca era rivolta più al mercato del giocattolo e senza grandi pretese, quindi un errore del genere era più che tollerabile (e comunque anche modelli di ditte più blasonate prodotti anche in tempi molto più recenti hanno qualche errore dovuto alla discrepanza tra i disegni originali e i prototipi reali).

Porte intercomunicanti: a sinistra la pilota, con i vetri circolari, a destra l'intermedia
Porte intercomunicanti: a sinistra la pilota, con i vetri circolari, a destra l’intermedia

Nel catalogo 1978/79 alle due carrozze viene modificato il codice articolo, con l’introduzione del prefisso 20 (che individua le locomotive) o 30 (che individua le carrozze e i carri): la pilota, che rimane sempre motorizzata, diviene 208038L, l’intermedia 309118.

In quel periodo questi modelli subiscono alcune piccole migliorie, come le cornici dei finestrini ripassate in color alluminio (prima erano trasparenti come i vetri) e le ruote brunite anziché in metallo lucente.

Carrozza mista nABz 68.602 art. 309118, prodotta a fine anni '70
Carrozza mista nABz 68.602 art. 309118, prodotta a fine anni ’70

Nel catalogo 1979/80 la pilota scompare, per riapparire l’anno successivo (catalogo 1980/81), finalmente in versione non motorizzata, come art. 309137, mantenendo sempre la marcatura npBDz 68.517. Per l’arredamento interno viene usato lo stesso pezzo previsto per l’intermedia, cosicché i sedili vengono a trovarsi anche nello scomparto bagagli e in cabina…

Carrozza pilota npBDz 68.517 art. 309137, prodotta nel 1980-84
Carrozza pilota npBDz 68.517 art. 309137, prodotta nel 1980-84

Nei cataloghi 1982/83 e 1983/84 l’art. 309118 (intermedia grigio ardesia) è descritto come “carrozza passeggeri di 2ª classe serie habz 68000 delle FS” e la foto mostra una carrozza non più mista ma di sola seconda classe.

Carrozza di sola 2ª classe art. 309118 (foto da catalogo, 1983)
Carrozza di sola 2ª classe art. 309118 (foto da catalogo, 1983)

In quegli anni quindi è stata prodotta la più comune versione di seconda classe serie nBz 46.100 (e non “habz 68000” come indicato sul catalogo, redatto evidentemente da qualcuno che non aveva le idee molto chiare), pur mantenendo il medesimo codice articolo della mista. La decorazione presenta evidenti retaggi della versione mista: le scritte di servizio sono identiche, le uniche differenze sono la marcatura (nBz 46.105) e l’assenza delle cifre “1” che individuavano lo scomparto di prima classe, rimane però la fascia bianca sopra i finestrini della parte ribassata che, se nella mista individuava la sezione di prima classe, sulla versione di sola seconda classe non ha ragione di essere. La fascia bianca però non si vede nelle foto dei cataloghi e a tale proposito si può ipotizzare che la foto fosse ritoccata oppure che il modello del catalogo fosse un prototipo mentre per la produzione di serie si sono utilizzati gli stessi tamponi di verniciatura della mista con minime modifiche, lasciando inalterata la fascia bianca o per una svista o perché la sua eliminazione avrebbe richiesto interventi più consistenti sulla linea di verniciatura in fabbrica. Non è però da escludere che la fascia bianca fosse presente solo su alcuni lotti produttivi e che l’errore sia stato poi corretto.

Carrozza di sola 2ª classe nBz 46.105 art. 309118, prodotta tra il 1982 e il 1984. La fascia bianca sopra i finestrini della parte centrale è assente sulla foto del catalogo.
Carrozza di sola 2ª classe nBz 46.105 art. 309118, prodotta tra il 1982 e il 1984. La fascia bianca sopra i finestrini della parte centrale è assente sulla foto del catalogo.

Questi modelli rimangono in produzione fino al 1984, quando vengono rimpiazzati dalle versioni nella (allora) nuova colorazione beige-arancio-viola, di cui si parlerà nella seconda parte dell’articolo.

Carrozze FS a piano ribassato Lima – parte II: arancio/viola
Carrozze FS a piano ribassato Lima – parte III: arancio/viola, versioni speciali
Carrozze FS a piano ribassato Lima – parte IV: XMPR e ultime produzioni