Crea sito

Carrozze UIC-X FS Roco – parte III: XMPR

Verso la fine degli anni ’90 la nuova livrea XMPR inizia a vedersi anche sulle carrozze UIC-X ma non accade altrettanto sui modelli Roco che vengono presentati nei nuovi colori solamente nel 2004: sono ben 8 le versioni prodotte, sempre di prima classe, di seconda e mista prima-seconda, nei due schemi XMPR adottati su queste vetture conseguenti alla divisionalizzazione delle FS, quello con la fascia blu all’altezza dei finestrini utilizzato generalmente per le X destinate ai servizi a lunga percorrenza (Divisione Passeggeri), e quello semplificato con fiancate interamente bianche (in realtà è un grigio chiarissimo), adottato sulle unità in servizio regionale (Divisione Trasporto Regionale) e decisamente più diffuso sulle “tipo 1964” rispetto all’altro schema, che invece era più comune sulle X di costruzione più recente (tipi 1970, 1975-1979 e 1982) rispecchiando il fatto che le X delle prime serie venivano di preferenza dirottate su impieghi meno impegnativi a carattere locale.

51 83 10-80 003-3 A, art. 45179 – foto da ebay

Abbiamo così le unità 51 83 10-80 003-3 A (art. 45179) di prima classe, 50 83 22-78 316-0 B (art. 45181) e 51 83 22-71 923-9 B (art. 45182) di seconda classe e 51 83 31-70 989-0 AB (art. 45180) mista nella livrea XMPR con fascia blu, mentre quelle con la colorazione “Regionale” sono le 50 83 10-78 156-4 A (art. 45040) di prima classe, 51 83 22-71 938-7 B (art. 45042) e 50 83 22-78 352-5 B (art. 45043) di seconda classe e 51 83 31-70 939-5 AB (art. 45041) mista. Sono tutte ambientabili negli anni a cavallo del 2000, essendo prive dei loghi Trenitalia, in particolare, a quanto ricordiamo, la livrea “Passeggeri” ha fatto la sua comparsa verso la fine del 1998 mentre quella “Regionale” nel 1999-2000.

50 83 22-78 316-0 B, art. 45181 – foto da ebay

I modelli, livrea a parte, sono analoghi ai precedenti e permangono tutte le inesattezze legate ai particolari di derivazione tedesca (sottocassa, porte ecc.). Le porte dovrebbero riprodurre in tutti i casi quelle in lega leggera con vetro piccolo, dato che la sostituzione delle porte d’origine con vetro apribile al vero era stata ultimata entro la metà degli anni ’90, qualche tempo prima dell’introduzione della nuova livrea.

51 83 22-71 923-9 B, art. 45182 – foto da ebay

Le porte di intercomunicazione inoltre dovrebbero essere del tipo più moderno in lega leggera, con vetri dagli angoli arrotondati, tuttavia è probabile che qualche unità avesse continuato a mantenere quelle originarie con vetri rettangolari.

51 83 31-70 989-0 AB, art. 45180 – foto da ebay

I carrelli sono ora correttamente di colore nero e i piccoli smorzatori trasversali non sono più stampati direttamente ma forniti come particolari aggiuntivi da montare; tale tipo di carrello equipaggerà tutte le versioni prodotte successivamente.

50 83 10-78 156-4 A, art. 45040 – foto da ebay

I sedili, come sulle precedenti versioni, sono rossi per la prima classe e marroni per la seconda, tuttavia ricordiamo che i primi anni 2000 erano un periodo di “anarchia” e poteva capitare di trovare anche carrozze con sedili rivestiti di tessuto verde o blu.

51 83 22-71 938-7 B, art. 45042 – foto da ebay
Dettaglio delle marcature della carrozza art. 45042 – foto da ebay

Piccola variante, la carrozza art. 45043 ha le scalette di accesso modificate con l’ultimo gradino ribaltabile, miglioria al vero introdotta a partire dagli anni ’80 ma non su tutte le unità (molte sono arrivate all’accantonamento negli anni 2000 ancora con i gradini originari).

50 83 22-78 352-5 B, art. 45043 – foto da ebay

La decorazione è ben eseguita, con colori di tonalità fedele al vero, e sulla carrozza art. 45042 sono presenti, al centro delle fiancate, le iscrizioni “Trasporto metropolitano e regionale” applicate al vero già a partire dagli anni ’90, ancor prima dell’avvento della livrea XMPR. Per quanto riguarda le marcature, questa volta le cose sono state fatte per bene e tutte le numerazioni adottate corrispondono a quelle di unità “tipo 1964”.

51 83 31-70 939-5 AB, art. 45041 – foto da ebay

Nonostante la differente livrea, indicativa delle diverse tipologie di servizio, è possibile impiegare in modo promiscuo le carrozze all’interno dello stesso convoglio, infatti al vero la suddivisione non era così rigida e poteva capitare, specie nei periodi di maggior traffico, di vedere carrozze in livrea “Regionale” in composizione a treni a lunga percorrenza oppure carrozze in livrea “Passeggeri” in composizione a treni regionali. In ogni caso le carrozze in livrea “Passeggeri” vanno usate, per così dire, con moderazione poiché, come detto prima, le X “tipo 1964” che rivestivano tale schema non erano molte e in prevalenza si trattava di unità di prima classe (poi in buona parte declassate a seconda classe nel 2004-2005).

Un Regionale con carrozze X in entrambi gli schemi XMPR (Alessandria, 7/10/2006)

In anni più recenti Roco riproporrà nuove versioni nelle livree grigio ardesia e rosso fegato-grigio beige, di cui parleremo nella prossima parte.

Carrozze UIC-X FS Roco – parte I: prime versioni
Carrozze UIC-X FS Roco – parte II: nuove versioni del 1993
Carrozze UIC-X FS Roco – parte IV: ultime versioni