Crea sito

Carri tramoggia Tadgs/Tadns Lima/Rivarossi/Electrotren – parte II

Come accennato nella puntata precedente, dopo la ripresa della produzione da parte della nuova gestione Hornby, ora effettuata presso terzisti cinesi, anche il carro Tadgs torna ad essere disponibile: in un primo tempo, per qualche ragione, viene “snobbato” e proposto con il marchio Lima destinato ai modelli di fascia medio-bassa, sebbene con alcuni degli aggiornamenti previsti dalla precedente gestione come i respingenti molleggiati, con piatti in metallo, i cui gambi risultano però troppo esili, a scapito del realismo (difetto tipico di tutti i rotabili su cui produttori si ostinano a voler realizzare respingenti molleggiati). Purtroppo non siamo riusciti a risalire agli anni di produzione di tutti i modelli, pertanto li indicheremo solo dove noti con certezza, in ogni caso tutti i carri del nuovo corso dovrebbero essere stati consegnati nell’arco del decennio 2005-2015.

Le versioni proposte in prima battuta nel 2005 sono tre, tutte tedesche, che riprendono modelli già realizzati in precedenza, ma con diversa numerazione: una della Germania Ovest-DB (art. HL6005, marcatura 31 80 584 4 578-0 Tadgs), una della Germania Est-DR con iscrizione “Getreide” (art. HL6003, marcatura 31 50 584 3 563-8 Tadgs-y) e una DB più moderna, post unificazione e in livrea rossa (art. HL6004, marcatura 31 80 084 3 074-2). A queste segue, nel 2008, un secondo carro DR, sempre con iscrizione “Getreide” ma con differente numero di servizio (art. HL6035, marcatura 31 50 584 3 265-1 Tadgs-y).

 

Carro DB art. HL6005 – foto da ebay
Carro DR art. HL6003 – foto da ebay
Carro DB art. HL6004 – foto da ebay

A questo punto il carro, evidentemente a seguito di mutate politiche commerciali e grazie alle sue buone caratteristiche riproduttive che lo rendono ancora attuale nonostante gli stampi originali risalgano al 1985, viene “ripescato” e, con qualche ulteriore aggiornamento come i nuovi carrelli concepiti negli ultimi tempi della vecchia gestione, promosso al marchio Rivarossi, che raccoglie modelli di fascia medio-alta. In tale veste viene declinato in numerose versioni di diverse amministrazioni europee, molte delle quali ancora inedite, come sempre chiudendo un occhio sul fatto che i prototipi reali in vari casi possano differire in diversi dettagli, la cui esatta riproduzione avrebbe peraltro richiesto modifiche di stampo con relativi costi aggiuntivi. I prezzi, ovviamente, vengono ulteriormente incrementati: adesso si viaggia intorno alla trentina di euro, forse un po’ troppi per un modello di fattura cinese i cui stampi hanno oltre 20 anni…

Nel 2006 viene proposto in versione FS (art. HR6001, marcatura 31 83 083 9 274-3 Tadns); altri due carri FS vedranno poi la luce 7 anni dopo, nel 2013 (art. HR6226, marcatura 31 83 083 9 028-1 Tadns e art. HR6227, marcatura 31 83 082 5 145-9 Tadgns).

Carro FS art. HR6001 – foto da rail-modelling.com
Carro FS art. HR6226 – foto da littorina.it
Carro FS art. HR6227 – foto da littorina.it

Per quanto riguarda i carri tedeschi, o comunque privati ma immatricolati in Germania, ne troviamo uno in livrea gialla con logo DB post riunificazione della società SKW Piesteritz (art. HR6108, marcatura 25 80 081 9 532-4), uno marrone della Rexwal (art. HR6109, marcatura 33 80 083 4 023-8), entrambi prodotti nel 2010, uno blu della VTG (art. HR6198, marcatura 33 80 083 4 023-8 Tads) e l’ennesimo della Germania Est-DR con iscrizione “Getreide” (art. HR6153, marcatura 31 50 584 4 272-6 Tadgs-y), realizzato nel 2011.

Carro DB-SKW Piesteritz art. HR6108 – foto da ebay
Carro Rexwal art. HR6109 – foto da ebay
Carro VTG art. HR6198 – foto da ebay

A questi si aggiunge una confezione contenente una coppia di carri DR della società VEB Kaolinwerk Caminau (art. HR6262, uno marcato 31 50 583 4121-7 Tads-y).

Carri DR-VEB Kaolinwerk Caminau della confezione art. HR6262 – foto da modellbahn-rhein-main.de

Spostandoci in Austria, abbiamo un carro nell’elegante livrea grigio argento-rosso con insegne Rail Cargo Austria, ambientato in epoca recente a partire dal 2005 (art. HR6197, marcatura 31 81 081 7 506-0 Tadnpss) e una confezione (art. HR6271), consegnata nel 2015, contenente tre carri in livrea blu, anch’essi ambientati in epoca recente, con insegne Rail Cargo Austria e in uso alla società Salinen Austria (art. HR6271, marcati 31 81 081 7 000-8 Tadnpss, 31 81 081 7 001-6 Tadnpss e 31 81 081 7 009-9 Tadnpss).

Carro ÖBB art. HR6197 – foto da laborsadeltreno.com
Carri ÖBB-Salinen Austria della confezione art. HR6271 – foto da ebay

Andando più a est troviamo un carro rosso delle ferrovie ungheresi MAV (art. HR6088, marcatura 31 55 082 4 279-1 Tadgs) e uno delle ferrovie della Repubblica Ceca CD in una più tradizionale livrea marrone (art. HR6112, marcatura 31 54 092 5 010-9 Tadgnss), entrambi prodotti intorno al 2010.

Carro MAV art. HR6088 – foto da hgd.ro
Carro CD art. HR6112 – foto da ebay

Infine vengono realizzate anche due versioni spagnole, prodotte nel 2010 con marchio Electrotren: un carro della società Tafesa in un’appariscente colorazione gialla (art. 8013K) e uno della società Remimfer di colore bianco (art. 8014K).

Carro Tafesa art. 8013K – foto da ebay
Carro Remimfer art. 8014K -foto da en-todocoleccion.net

Carri tramoggia Tadgs/Tadns Lima – parte I