Crea sito

Carrozze letti UH Roco – parte I: TEN FS

Nel 1990 Roco realizza il modello in scala H0 (1:87) della carrozza letti tipo UH. Trattandosi di una tipologia di carrozza presente presso varie amministrazioni ferroviarie europee, viene declinata in diverse versioni: in questa prima parte ci occuperemo di quelle FS nella livrea TEN (Trans Euro Notte), consorzio europeo creato al principio degli anni ’70 per la gestione delle carrozze letti provenienti dai parchi delle cessate CIWL e DSG.

Il modello Roco, con misure in scala 1:87 esatta, è ben realizzato, con la cassa in plastica che rappresenta la configurazione di queste carrozze dopo le modifiche subite verso la fine degli anni ’60, in particolare il rifacimento delle testate con applicazione dei mantici di intercomunicazione a elementi tubolari in gomma in luogo dei precedenti soffietti e l’eliminazione delle carenature. Le due fiancate sono giustamente differenti tra loro, quella lato scompartimenti ha infatti un numero maggiore di finestrini rispetto a quella lato corridoio, con vetri a filo cassa. Buona anche la riproduzione del sottocassa, con le numerose apparecchiature presenti. I carrelli, di tipo Minden-Deutz, sono i classici Roco già visti anche su altre carrozze e sono dotati di lamelle di presa di corrente, infatti la vettura è predisposta per l’illuminazione interna, realizzabile tramite un apposito kit (art. 40306).

Particolare di una carrozza con illuminazione interna
Particolare di una carrozza con illuminazione interna

 

L’arredo interno è riprodotto molto bene, con alcuni scompartimenti in posizione “giorno”, con divano a 3 posti, e alcuni in posizione “notte”, con uno o due letti (al vero era presente anche un terzo letto che però, quando aperto, si trovava più in alto del finestrino, quindi la sua riproduzione sarebbe stata inutile in quanto invisibile dall’esterno). La parte superiore dei letti è riportata con un pezzo a parte (su alcuni modelli di colore rosso, su altri, di produzione più recente, di colore bianco) riproducente coperta e cuscino, da rilevare però che curiosamente, come già visto sulle carrozze MU Rivarossi, i cuscini sono posti lato finestrino, mentre al vero erano di norma sul lato opposto. Sulla paretina divisoria tra corridoio e scompartimenti, in plastica di colore marrone a imitazione dei rivestimenti presenti al vero, sono visibili le varie porte degli scompartimenti (tutte chiuse), con maniglie e stipiti ritoccati in color ottone. L’ultimo scompartimento a sinistra (guardano la carrozza appunto dal lato degli scompartimenti), destinato al conduttore, è riprodotto all’interno in modo semplificato.

Particolare degli interni degli scompartimenti
Particolare degli interni degli scompartimenti

 

La prima versione consegnata (art. 44842, marcatura 71 83 71-70 761-0) è caratterizzata dal logo FS “a televisore”. La livrea blu con fasce bianche è realizzata in modo corretto, con i grandi loghi “TEN” sulle fiancate dove, come al vero, su quella lato corridoio la parola “Notte” è in italiano, mentre lato scompartimenti è in francese (Nuit). Qualche dubbio invece sorge sulla colorazione bianca del tetto, che al vero era di colore grigio-argento.

La prima versione della carrozza UH FS, art. 44842, lato corridoio - foto da ebay
La prima versione della carrozza UH FS, art. 44842, lato corridoio – foto da ebay

 

Il successo del modello è buono, sia perché sul mercato non sono disponibili altri modelli di carrozze letti FS in esatta scala 1:87 e con caratteristiche riproduttive di questo livello (siamo ancora nell’epoca, ad esempio, delle già citate MU Rivarossi, in scala 1:80, e delle T2s Lima con lunghezza ridotta in scala 1:100) sia per le ampie possibilità di ambientazione anche in ambito internazionale, cosa che rende le UH FS appetibili anche al di fuori dei confini nazionali (al vero infatti le UH erano utilizzate prevalentemente in servizio internazionale).

Carrozza UH FS, art. 44842, lato scompartimenti - foto da ebay
Carrozza UH FS, art. 44842, lato scompartimenti – foto da ebay

 

Nel 1992 vengono proposte due nuove versioni, una sempre con logo FS “a televisore” ma con differente marcatura (art. 44842.1, marcata 71 83 71-70 754-3) e una con logo FS “a losanga” (art. 44842.2, marcata 71 83 71-70 771-9): quest’ultima è un po’ di nicchia, in quanto al vero solo poche unità, nella seconda metà degli anni ’80, hanno ricevuto il logo FS “a losanga”. Entrambe le carrozze hanno il tetto bianco, per cui valgono le considerazioni già espresse in precedenza.

Carrozza art. 44842.1 (versione del 1992), lato scompartimenti - foto da ebay
Carrozza art. 44842.1 (versione del 1992), lato scompartimenti – foto da ebay

 

Carrozza art. 44842.2, lato corridoio
Carrozza art. 44842.2, lato corridoio

 

Nel 1993 arriva una nuova carrozza, sempre con logo FS “a televisore”, ma caratterizzata dal tetto blu (art. 44847, marcata 71 83 71-80 777-4), come riscontrabile al vero su alcuni esemplari.

Carrozza art. 44847 con tetto blu, lato corridoio - foto da ebay
Carrozza art. 44847 con tetto blu, lato corridoio – foto da ebay

 

Sempre nel corso degli anni ’90 (1997 circa) viene consegnata un’ulteriore carrozza con logo FS “a televisore” e tetto bianco (sempre art. 44842.1, marcatura 71 83 71-70 762-8).

Carrozza art. 44842.1 (versione del 1997), lato scompartimenti - foto da ebay
Carrozza art. 44842.1 (versione del 1997), lato scompartimenti – foto da ebay

 

Dettaglio della carrozza art. 44842.1 (versione del 1997), con le coperte dei letti bianche - foto da ebay
Dettaglio della carrozza art. 44842.1 (versione del 1997), con le coperte dei letti bianche – foto da ebay

 

Nel 2008, infine, le ultime due versioni, una con logo FS “a televisore” (art. 45614, marcatura 71 83 71-80 752-7) e una con logo FS “a losanga” (art. 45615, marcatura 71 83 71-70 757-8), entrambe con tetto bianco e con scritta “Nacht” in tedesco, come probabilmente riscontrabile sui prototipi reali o perché precedentemente appartenuti alle DB o perché revisionati presso officine tedesche (all’interno del consorzio TEN infatti non erano rari i passaggi delle carrozze da un’amministrazione all’altra, inoltre le revisioni potevano essere effettuate presso le officine delle varie nazioni aderenti).

Carrozza art. 45614, lato corridoio - foto da ebay
Carrozza art. 45614, lato corridoio – foto da ebay

 

Carrozza art. 45615, lato scompartimenti - foto da ebay
Carrozza art. 45615, lato scompartimenti – foto da ebay

 

Tutte queste carrozze, come già accennato, sono correttamente ambientabili tra gli anni ’80 e i primissimi ’90, quando al vero vennero ritirate dal servizio. Come detto all’inizio, le carrozze UH, oltre che presso le FS, erano in servizio anche presso altre amministrazioni: i rispettivi modelli saranno analizzati nel seguito dell’articolo.

Carrozze letti UH Roco – parte II: TEN DB, OBB, DSB, SNCF
Carrozze letti UH Roco – parte III: CIWL