Crea sito

E656 Rivarossi (ex Lima) – parte V: 250

Nella seconda metà del 2018 Hornby ha consegnato, sempre con marchio Rivarossi, una nuova versione di E656, sempre in scala H0 (1:87): molto opportunamente si è scelto di produrre una variante ancora inedita, si tratta infatti di un’unità di seconda serie in livrea XMPR, la 250 del deposito di Livorno (ricordiamo che finora le macchine di questa serie erano state proposte, sia come E656 che come E655, solo in livrea blu-grigio). Tale scelta tuttavia limita l’ambientazione del modello a un lasso di tempo alquanto breve di circa 1 anno e compreso tra il 2004, data in cui al vero la locomotiva venne revisionata ricevendo i colori XMPR, e il 2005, quando venne trasformata in E655. Inoltre, a quanto ci risulta, la macchina già prima della trasformazione in E655 era assegnata alla Divisione Cargo di Trenitalia pertanto chi volesse ambientarla e utilizzarla coerentemente su un plastico dovrà adibirla prevalentemente al servizio merci. Prevalentemente ma non esclusivamente dato che nei primi anni 2000 le macchine Cargo non di rado venivano impiegate anche in servizi passeggeri in caso di necessità per indisponibilità di altre locomotive o per smaltire punte di traffico (al giorno d’oggi invece, grazie alle sempre più rigide politiche di divisionalizzazione e frammentazione delle imprese ferroviarie in ossequio ai mantra neoliberisti UE, l’utilizzo di una locomotiva Cargo – ora Mercitalia – in servizio passeggeri, rischierebbe di creare una singolarità nel continuum spaziotemporale che potrebbe portare all’implosione dell’universo…).

E656 250, art. HR2730 – foto da ebay

Il modello è costruttivamente analogo alle precedenti versioni, con tutte le migliorie a livello di meccanica, di parte elettrica e di dettaglio apportate nel corso del tempo, tra cui i pantografi, correttamente con strisciante piano, e il gancio realistico, in metallo e snodato. Alcuni particolari però, come i tergicristalli, le tubazioni sul bordo inferiore della cassa, gli smorzatori antiserpeggio, il cavo AT sul tetto o le condotte pneumatiche di testata continuano essere quelli originali del 1992 e andrebbero rivisitati, tanto più che in alcuni casi Hornby ne ha già in casa di migliori in produzione per altri modelli.

E656 250, art. HR2730, fiancata destra – foto da ebay

La decorazione è sostanzialmente ben realizzata, il modello appare un po’ “plasticoso” ma tale impressione è dovuta alle tonalità della livrea XMPR in sè (tra l’altro al vero realizzata proprio con pellicole adesive in plastica applicate su fiancate e testate), sicuramente un po’ di sporcatura, soprattutto in corrispondenza del tetto, delle griglie laterali e dei carrelli, gioverà all’aspetto. Ad essere pignoli osserviamo che i caratteri della marcatura frontale sono forse leggermente sottodimensionati mentre la fascia blu inferiore si interrompe in corrispondenza di alcuni sportelli della fiancata sinistra (lato corridoio), cosa conforme al prototipo reale solo per lo sportello più grande (che al vero racchiude il vano batterie) mentre quelli più piccoli al vero sono situati quasi al filo inferiore della suddetta fascia, andandola a intaccare solo in parte; si tratta comunque di dettagli marginali che possono essere rapidamente sistemati con semplici ritocchi.

E656 250, art. HR2730, fiancata sinistra – foto da ebay

Il prezzo, di circa 160 euro, è allineato a quello delle altre versioni prodotte poco prima ma sempre, a nostro parere, un po’ troppo elevato dato che si tratta di stampi risalenti al 1992, i cui costi dovrebbero essere stati ammortizzati.

E656 Lima – parte I: prime versioni
E656 Lima – parte II: sesta serie e XMPR
E656 Rivarossi (ex Lima) – parte III: le “cinesi”
E656 Rivarossi (ex Lima) – parte IV: nuove versioni 2018